Quando il Merletto compare negli arredi (tovaglie, centri)
Se parliamo di tovaglie, o di oggetti tessili comunque per coprire la tavola, il merletto compare quasi subito: abbiamo diversi esempi, anche prestigiosi, già durante il ‘500. Questo perché in Italia (e, in genere in Europa centrale) la tovaglia, oltre a rappresentare le possibilità finanziarie del padrone di casa, ed essere quindi uno dei fatti più “ostentabili”, a parte il costume che si poteva portare anche fuori, ha, da sempre, rappresentato anche un fatto culturale. In pratica, più che il tavolo (se si eccettuano i fratini dei conventi, un tavolo stabile “da pranzo”compare solo nel ‘700), era la tovaglia a stabilire il ceto sociale delle persone che potevano sedersi intorno. E, dato che l’ospite di riguardo si puliva direttamente le mani sulla tovaglia, le tovaglie venivano messe a strati, da togliere via via, al cambiare dei servizi di tavola. Un esempio eclatante è dato dal “Convito a casa di Levi”, grande telero dipinto da Paolo Veronese nel 1573, attualmente a Venezia, alle Gallerie dell’Accademia, dove la tovaglia più esterna è impreziosita da un merletto di vistose dimensioni. Nei tendaggi e nel resto dell’arredo, data la sua preziosità, il merletto compare invece molto più tardi (le finiture sono in genere di passamaneria), anche perché bisogna arrivare al ‘700 per concepire un normale interno di abitazione arredato in modo stabile, e con mobili e finiture a specifica destinazione.

Nel Museo Virtuale:

Esempi di tovaglie con merletto si possono trovare nelle sale: Sala n. 2: scena cinquecentesca in un portego veneziano. Sala n. 3: interno di palazzo fiorentino di inizio ‘600. Sala n. 4: presentazione del point de France al Re Sole (ambiente parigino a riferimento Versailles, 1680 circa). Sala n.6: interno borghese olandese di inizio ‘700. Sala n. 7: la cioccolata di Madame de Pompadour ai Petit Appartaments a Versailles. Sala n. 13: interno della scuola e laboratorio di Burano, seconda metà dell’800.

Arnaldo Caprai Gruppo Tessile Srl
s.s. Flaminia km 148 – 06034 Foligno - Perugia – Italy

© 2017 - REA 222120 - P.iva 02507670541
Telefono: +39 074239251
Fax: +39 0742 679242
info@caprai.it
    © Copyright Caprai 2017