L'arte del merletto è documentata a Malta dal 1530, introdotta dall'Ordine di San Giovanni, o Ordine di Malta, un ordine religioso-cavalleresco con fini spirituali di assistenza ai malati e soprattutto di difesa della fede cristiana. Il merletto di Malta, realizzato a fuselli con il caratteristico filo di seta chiaro, vide la luce nel XIX secolo grazie a Lady Hamilton Chichester che nel 1883 fece arrivare nell'isola alcune merlettaie genovesi affinché insegnassero la tecnica alle ragazze del luogo.

Tuttavia, da un dipinto del XVIII secolo del pittore locale de Favray, che mostra una merlettaia che lavora a fuselli su un cuscino "oblungo" simile a quello che ancora oggi utilizzano le merlettaie delle isole di Malta e Gozo, si intuisce che il merletto - eseguito a fuselli a fili continui - era realizzato prima del 1883. Secondo Fanny Bury Palliser - nota esperta e scrittrice di libri sul merletto (1805–1878) -, si tratterebbe probabilmente di una variante del merletto a fuselli Malines o Valenciennes.

Il merletto maltese era prodotto in notevole quantità nell'orfanotrofio dell'isola di Gozo; nel 1851 fu presentato all'Esposizione di Londra con critiche negative, ma successo di pubblico. Si caratterizza per la rappresentazione nell'ornato di motivi geometrici e la ricca presenza delle ricorrenti "armelle" a forma di minuscole foglioline. "Per evitare di essere imitato, i fabbricanti integrarono al suo decoro la tipica croce di Malta. Questa croce a otto punte è il simbolo delle virtù cavalleresche: lo zelo, l'obbedienza, la giustizia, l'umiltà, la saggezza, l'amore, la prudenza e il coraggio." Nonostante ciò, in virtù della semplicità dell'esecuzione, il merletto di Malta fu molto imitato, a Le Puy, a Barcellona, in Italia e in minore quantità anche in Belgio e nelle Midlands, dove fu realizzato non in seta, ma in cotone.

Per approfondimenti,

Cfr. C. Azzopardi, Gozo Lace. An introduction to lace making in the Maltese Islands, Malta, Gozo Press, 1999;
Cfr. M. Bruggeman, L'Europe de la Dentelle un aperçu historique depuis les origines de la dentelle jusqu'à l'entre-deux-guerres, Bruges, 1997.
Arnaldo Caprai Gruppo Tessile Srl
s.s. Flaminia km 148 – 06034 Foligno - Perugia – Italy

© 2017 - REA 222120 - P.iva 02507670541
Telefono: +39 074239251
Fax: +39 0742 679242
info@caprai.it
    © Copyright Caprai 2017