Il Merletto di Bruges è un merletto a fuselli a pezzi riportati, la cui origine risale addirittura alla fine del XV secolo, dal momento che nei Paesi Bassi, già a partire da questo periodo, la realizzazione dei merletti rientrava tra le acquisizioni dell'educazione femminile.

Carlo V ordinò che l'arte dei merletti a fuselli venisse praticata tanto nelle scuole, quanto nei conventi. Tuttavia, il merletto di Bruges riuscì ad acquistare un proprio carattere distintivo solo alla fine del XVIII secolo, quando venne ampiamente utilizzato anche per ornare gli indumenti ecclesiastici.

La sua tecnica di realizzazione era molto simile a quella del Bruxelles, ma il filo usato era più morbido, il toilé (zona opaca lavorata a fuselli a punto tela) più rado e i disegni meno originali.

Interessanti curiosità sono associate all'attività delle merlettaie; ad esempio, quest'ultime lavoravano in casa in compagnia delle figlie e delle vicine, utilizzando abilmente i fuselli con estrema rapidità e spesso cantando in coro. Durante la sera, si usava mettere una lampada sopra il tavolo con davanti una bottiglia piena d'acqua, allo scopo di aumentare la luce, direzionandola solo sul lavoro da eseguire.

Per approfondimenti,

A. Kraatz, Merletti, Milano,1988,

G. Montecucco Rogledi, L'uncinetto nella casa. Guida pratica e visiva per eseguire coperte, tovaglie, centri e cuscini, Milano, 1971.
Arnaldo Caprai Gruppo Tessile Srl
s.s. Flaminia km 148 – 06034 Foligno - Perugia – Italy

© 2017 - REA 222120 - P.iva 02507670541
Telefono: +39 074239251
Fax: +39 0742 679242
info@caprai.it
    © Copyright Caprai 2017